Vai a sottomenu e altri contenuti

A.I.R.E. - Iscrizione e gestione anagrafe dei cittadini italiani residenti all’estero

Dove e come presentare richiesta:


La dichiarazione di espatrio e richiesta di iscrizione nell'A.I.R.E. deve essere presentata dall'interessato all'Ufficio consolare competente per territorio entro 90 giorni dal trasferimento della residenza e comporta la contestuale cancellazione dall'Anagrafe della Popolazione residente. Nei siti web degli Uffici consolari è reperibile l'apposito modulo di richiesta e le informazioni necessarie per la presentazione della richiesta.
E' comunque possibile - anche dopo 90 giorni - recarsi presso l'Ufficio consolare per richiedere l'iscrizione all'AIRE, regolarizzando così la propria posizione anagrafica.

Se un cittadino italiano decide di trasferire all'estero la propria residenza, prima del trasferimento, può rendere dichiarazione di espatrio al comune italiano di residenza attraverso la compilazione dell'Allegato 2 (modello ministeriale), con le seguenti modalità:

  • presso lo sportello dell'Ufficio anagrafe nell'orario di apertura al pubblico indicato;
  • per via telematica agli indirizzi mail indicati;
  • per raccomandata indirizzata a: Ufficio Anagrafe Comune di Pula - Corso Vittorio Emanuele II.

Il modello di dichiarazione di espatrio e iscrizione AIRE deve riportare la firma di tutte le persone maggiorenni; è necessario allegare copia del documento d'identità degli interessati.

Nel caso in cui il cittadino renda la dichiarazione di espatrio al Comune di residenza, il nominativo viene registrato in attesa che la pratica possa essere perfezionata con il ricevimento della comunicazione consolare (Cons01). (In questo caso la decorrenza dell'iscrizione è quella della dichiarazione al Comune).
Se il connazionale, pur essendosi presentato al Comune, non si reca successivamente presso l'Ufficio consolare, il provvedimento rimane sospeso per un anno. Decorso tale periodo il cittadino viene cancellato dall'anagrafe della popolazione residente (APR) per irreperibilità. Si sottolinea pertanto l'importanza di presentarsi puntualmente presso gli Uffici consolari per l'iscrizione A.I.R.E.

Nel caso in cui il cittadino renda la dichiarazione di espatrio direttamente al Consolato italiano, l'iscrizione sarà definita nei due giorni lavorativi successivi al ricevimento da parte dell'Ufficio comunale, del modello consolare (Cons01); in questo caso la decorrenza giuridica sarà la data in cui l'Ufficiale d'anagrafe riceve il modello Cons01.

Requisiti

Devono iscriversi all’A.I.R.E.: - i cittadini che trasferiscono la propria residenza all’estero per periodi superiori a 12 mesi; - quelli che già vi risiedono, sia perché nati all’estero che per successivo acquisto della cittadinanza italiana a qualsiasi titolo. Non devono iscriversi all’A.I.R.E.: - le persone che si recano all’estero per un periodo di tempo inferiore ad un anno; - i lavoratori stagionali; - i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero, che siano notificati ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e sulle relazioni consolari rispettivamente del 1961 e del 1963; - i militari italiani in servizio presso gli Uffici e le strutture della NATO dislocate all’estero.

Costi

L’iscrizione A.I.R.E. è gratuita.

Normativa

Legge n. 470 del 27 ottobre 1988
D.P.R. n. 323 del 6 settembre 1989
D.P.R. n. 223 del 20 marzo 1967
Legge n. 104 del 27 maggio 2002

Documenti da presentare

Le persone che desiderano richiedere l'iscrizione all'A.I.R.E. devono rivolgersi al Consolato italiano del luogo di residenza esibendo i seguenti documenti:

  • passaporto italiano valido;
  • prova della stabile e legale residenza all'estero;

E' comunque opportuno consultare il sito internet del Consolato/Ambasciata di riferimento tramite il sito del Ministeri degli Affari Esteri

(www.esteri.it/MAE/IT/Ministero/Rappresentanze

Termini per la presentazione

Entro 90 giorni dalla data dell’espatrio. E’, però, sempre possibile ­ anche dopo i 90 giorni ­ recarsi presso L’Ufficio consolare per richiedere l’iscrizione all’AIRE, regolarizzando, così, la propria posizione anagrafica.

Incaricato

Sig. Elio Mauro Melis

Tempi complessivi

-

Note

Il cittadino italiano residente all'estero ed iscritto A.I.R.E. , può richiedere tutte le certificazioni come se fosse residente nel territorio italiano e, a norma della Legge 459/2001, recante modifiche in tema di elettorato attivo, dovrà votare per corrispondenza presso la circoscrizione consolare di appartenenza, fatti salvi i casi di richiesta di voto in patria.
In tale circostanza, l'elettore dovrà produrre regolare istanza con la quale esprime l'opzione per il voto in Italia, entro il 31 Dicembre precedente la previsione di voto per le elezioni
politiche: Camera, Senato e Referendum.

In occasione delle consultazioni elettorali amministrative riceverà una cartolina-avviso, con la quale verrà informato che può esercitare il suo diritto al voto esclusivamente nei seggi presenti nel Comune italiano di iscrizione A.I.R.E.

Per le elezioni dei membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia gli elettori residenti nell'Unione Europea riceveranno dal Ministero dell'Interno il certificato elettorale.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Dichiaraz-trasferim-residenza-estero Formato rtf 133 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto